Close-up cantieri – 24 maggio

  • paerco
  • 21 maggio 2019

ITA

Il giorno 24 maggio 2019 l’appuntamento per l’evento “Close-up”, visite guidate ai cantieri di restauro, è alla Casa del Tramezzo di Legno dalle ore 11:00 alle ore 12:00.

 

ENG

On the 24th of May 2019 the “Close up” event, the guided visit to our restorations is at House of the Wooden Partition from 11:00 to 12:00.

 

Close-up cantieri – 17 maggio

  • paerco
  • 16 maggio 2019

ITA

Il giorno 17 maggio 2019 l’appuntamento per l’evento “Close-up”, visite guidate ai cantieri di restauro, è alla Casa di Argo dalle ore 11:00 alle ore 12:00.

 

ENG

On the 17th of May 2019 the “Close up” event, the guided visit to our restorations is at Argo House from 11:00 to 12:00.

 

Notte Europea dei Musei 2019 al Parco Archeologico di Ercolano. Parte la stagione delle aperture serali

  • paerco stampa
  • 15 maggio 2019

Nell’ambito della Festa dei Musei 2019, il Parco Archeologico di Ercolano aderisce anche quest’anno alla quindicesima edizione della Notte Europea dei Musei che si terrà il 18 maggio 2019: manifestazione a carattere nazionale, patrocinata dal Consiglio d’Europa e da ICOM e che coinvolge migliaia di musei di 30 paesi di tutta Europa con lo scopo di promuovere l’identità culturale europea. Il tema proposto quest’anno dall’ICOM per la Giornata internazionale dei Musei (IMD) è “Musei come hub culturali: il futuro della tradizione”. 

La sera del 18 maggio, a partire dalle ore 19.45 e fino alle ore 24.00 (ultimo ingresso da Corso resina alle ore 22.30) il Parco Archeologico di Ercolano sarà accessibile in una visita suggestiva al chiaro di luna con visite guidate, condotte da guide turistiche accompagnate dal personale di vigilanza del Parco, che guideranno nel Parco in un itinerario che toccherà i principali edifici del sito archeologico, con partenze ogni 10 minuti.

L’ingresso avverrà esclusivamente da Corso Resina, il biglietto avrà un costo simbolico di 1 € e potrà essere acquistato esclusivamente la sera del 18 maggio presso la biglietteria del Parco. La biglietteria sarà in funzione dalle ore 19,45 fino alle ore 23,00 con ultimo ingresso da Corso Resina alle 22,30. La Direzione si riserva per ragioni di sicurezza del monumento e salvaguardia dell’ordine pubblico di chiudere l’accesso anche prima dell’orario indicato.

 

Ripartono così le aperture serali del Parco Archeologico di Ercolano con una stagione densa di appuntamenti che renderemo noti prossimamente – dichiara il Direttore Sirano – Rinnoveremo la formula della visita in notturna, guide esperte multilingue, illuminazione artistica di grande effetto e con fantasiose sorprese che renderanno davvero unica quest’esperienza. Nostri partners saranno, oltre all’Herculaneum Conservation Project, la Regione Campania con SCABEC, il Comune di Ercolano, il MAV  e la Pro Loco Herculaneum”. Per la Notte dei Musei i visitatori avranno il piacere di visitare eccezionalmente aperti anche di notte la Mostra SplendOri. Il lusso negli ornamenti ad Ercolano, collezione di circa 100 preziosi monili e una scelta degli arredi delle case della città antica in esposizione presso l’Antiquarium del Parco e il Padiglione che custodisce la barca romana rinvenuta a Ercolano sull’antica spiaggia con una serie di oggetti collegati al mare e alle attività marinare. 

 

Per la serata saranno accessibili le aree di parcheggio degli Istituti scolastici Iovino e Rodinò e di Villa Favorita, ma non il parcheggio comunale di Via dei Papiri Ercolanesi.

Dal Parco i ringraziamenti per la collaborazione al Comando della Polizia Municipale, alla Protezione Civile, alle Forze dell’Ordine (Polizia e Carabinieri), all’Associazione Nazionale Carabinieri e ai volontari della Pro Loco Herculaneum.

 

​ Una Festa della Mamma speciale per le mamme di via Mare ad Ercolano. Dal 13 maggio #MuseumWeek sul tema del ruolo della donna nella cultura

  • paerco stampa
  • 13 maggio 2019

Il Parco Archeologico di Ercolano mette in campo concrete azioni di inclusione sociale e partecipazione della comunità locale per condividere e vivere insieme i valori culturali di Ercolano. Ieri è stata la volta della Festa della Mamma, resa speciale per le mamme ercolanesi di via Mare, infatti il Direttore stesso del Parco, Francesco Sirano, ha accompagnato un gruppo di mamme in un giro al percorso sotterraneo del Teatro antico. Il Direttore è stato guida speciale per le mamme che vivono il territorio circostante il teatro, una iniziativa proposta con l’intento della riappropriazione culturale da parte del territorio della sua storia e della sua realtà di eccellenza.

Alla stessa matrice culturale appartiene l’iniziativa di recupero dell’edicola votiva posta di fronte all’ingresso settecentesco al Teatro su via Mare, un processo partecipato, attivato in collaborazione anche con l’Herculaneum Conservation Project, in cui il Parco ha collaborato con la comunità locale mettendo a disposizione il proprio know how scientifico nelle attività di restauro e conservazione del patrimonio culturale. “Il teatro antico diventa in questo modo uno snodo vitale e integrato nel territorio circostante, – dichiara il Direttore Sirano – un attrattore di forze positive del territorio che si attivano a vicenda. Simbolico è anche il dialogo tra passato e futuro, il teatro, l’edicola, e la nuova vita del territorio. Siamo stati accompagnati non solo dai residenti, ma anche dal Comune di Ercolano e da HCP in un percorso che tra pochi giorni vedrà l’avvio della fase conclusiva del recupero dell’area posta a nord del sito archeologico con la realizzazione di nuovi spazi per la collettività e il completamento del percorso panoramico dall’ingresso storico su Corso resina a via Mare e Via Cortili.

 

Il Parco Archeologico di Ercolano partecipa inoltre a #MuseumWeek 2019 incentrata sul posto delle donne nella cultura, ieri, oggi e domani. Dal 13 al 19 maggio, sotto l’egida dell’hashtag #WomenInCulture il web sociale si sintonizza sui 7 hashtag della sesta edizione (https://www.beniculturalionline.it/event.php?n=1653) con l’obiettivo di coinvolgere attivamente appassionati e professionisti intorno alla Cultura, dare visibilità, aprirsi alla scena internazionale, aumentare l’interesse dei visitatori, mostrarsi in ascolto del pubblico, arricchire la propria banca dati, creare eventi, difendere dei valori.

Gli appassionati del Parco possono seguire la settimana del Parco sulle pagine social

https://it-it.facebook.com/parcoarcheologicodiercolano  e https://www.instagram.com/ercolanoscavi/

Close-up cantieri – 10 maggio

  • paerco
  • 7 maggio 2019

ITA

Il giorno 10 maggio 2019 l’appuntamento per l’evento “Close-up”, visite guidate ai cantieri di restauro, è alla Casa di Argo dalle ore 11:00 alle ore 12:00.

 

ENG

On the 10th of May 2019 the “Close up” event, the guided visit to our restorations is at Argo House from 11:00 to 12:00.

‘La tutela del patrimonio artistico tra passato e presente. Storia Letteratura Diritto’ Convegno Internazionale Università Federico II 8 e 9 maggio

  • paerco stampa
  • 7 maggio 2019

Si svolgerà l’8 e il 9 maggio il Convegno Internazionale ‘La tutela del patrimonio artistico tra passato e presente. Storia Letteratura Diritto’ presso l’Aula Pessina dell’Università degli Studi di Napoli Federico II. Il tema quanto mai attualissimo incentrato sulla conservazione del patrimonio culturale; due giorni di insigni interventi sulle politiche organizzative e gestionali dei beni culturali, excursus sulla storia della conservazione che abbraccia quindi il passato con il presente, interventi sulla lingua come patrimonio immateriale.

Presente al Convegno il Direttore del Parco Archeologico di Ercolano, Francesco Sirano con un intervento dal titolo  “Tutela e conservazione in un centro urbano dell’area vesuviana: il caso del Parco Archeologico di Ercolano tra storia e innovazione”, in una sezione presieduta da Paolo Giulierini incentrata sulle sfide attuali in campo sul tema della valorizzazione.

“Raccontare la testimonianza del Parco Archeologico di Ercolano in occasioni tanto prestigiose, rappresenta per me una importante occasione per condividere con la comunità scientifica il senso della sfida rappresentata dal parco di Ercolano anche in materia di tutela dei beni culturali e paesaggistici. Il nuovo Parco ha infatti anche il ruolo di una Soprintendenza. Il tema è come interpretare questa funzione nel 2019? La sfida, per il Parco, è entusiasmante: dialogare con il territorio circostante per favorire lo sviluppo sostenibile della città moderna promuovendone i valori culturali in coerenza con i principi UNESCO e secondo le leggi di tutela, ma senza impedire o bloccare le opere o le attività necessarie alla sua vita quotidiana. Una scommessa che possiamo vincere perché il Parco gestisce un bene eccezionale che rappresenta il futuro per questi luoghi e perché grazie al Parco ogni soluzione è vicina al problema.. – dichiara il Direttore Francesco Sirano – Da quando sono alla Direzione del Parco di Ercolano è un piacere vedere come poco a poco vengo considerato come una risorsa e un punto di riferimento. Partecipare a tali incontri è occasione di manifestazione di intenti, scambio di opinioni e strategie e diffusione di passione per il nostro patrimonio culturale”.

Il Convegno è organizzato dall’Associazione Internazionale di Studi Tardoantichi, in collaborazione con l’ dell’Università degli Studi di Napoli Federico II,  il Dottorato in Diritti umani. Teoria, storia e prassi; il Dipartimento di Studi Umanistici e il Centro interdipartimentale di ricerca del Tardoantico al Moderno dell’Università Federico II.

 

Close-up cantieri

  • paerco stampa
  • 2 maggio 2019

Il giorno 03 maggio 2019 l’appuntamento per l’evento “Close-up”, visite guidate ai cantieri di restauro, è alla sede degli Augustali dalle ore 11:00 alle ore 12:00.

On the 3rd of May 2019 the “Close up” event, the guided visit to our restorations is at Augustales from 11:00 to 12:00.

La formazione delle giovani leve al Parco Archeologico di Ercolano. I Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento: numerose convenzioni con gli istituti superiori

  • paerco stampa
  • 30 aprile 2019

Partiti da qualche anno i percorsi di Alternanza scuola-lavoro, oggi trasformati in Pcto: Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento, vedono la loro realizzazione anche all’interno del Parco Archeologico di Ercolano. I percorsi formativi che il Parco propone si rivolgono a diversi indirizzi di studio (classico, scientifico, linguistico, turistico e alberghiero) e sono stati elaborati in seguito alle relazioni stabilite con i dirigenti e i docenti degli Istituti del territorio ercolanese e campano con i quali sono state stipulate convenzioni, con l’obiettivo di soddisfare le istanze formative degli indirizzi di studio di ciascuno degli Istituti partner. Tali percorsi presentano sempre uno stretto collegamento con le molte attività svolte dallo staff del Parco e si inseriscono, organicamente e in una prospettiva pluriennale, nelle diverse tipologie di attività del sito.

La metodologia didattica messa in campo intende concretizzare il concetto di pluralità e complementarietà dei diversi approcci nell’apprendimento, realizzando un organico collegamento delle istituzioni scolastiche con il mondo del lavoro e la società civile, e congiungendo il momento formativo con quello operativo. Inoltre, si pone l’obiettivo di accrescere la motivazione allo studio e di guidare i giovani nella scoperta delle vocazioni personali, degli interessi e delle modalità di apprendimento individuali, arricchendo la formazione scolastica con l’acquisizione di competenze maturate “sul campo”.

La possibilità di ospitare studenti, durante gli anni della loro formazione, grazie ai percorsi Pcto – dichiara il Direttore Sirano – rappresenta un importante anello di congiunzione tra le nuove generazioni e la storia passata che il Parco Archeologico rappresenta. Potendo svolgere attività pratiche all’interno del sito i ragazzi sentono il Parco parte integrante della loro storia, della loro crescita e ne riescono ad individuare le potenzialità per futuri sbocchi lavorativi e professionali”.

Nello specifico il Parco Archeologico di Ercolano ha attivato percorsi cha vanno dall’’Audience Development’ all’accoglienza ed orientamento dei visitatori, dalle “visite speciali” alla manutenzione ordinaria e ai laboratori artigianali.

L’Audience Development mira ad un processo strategico e dinamico di allargamento e diversificazione del pubblico e di miglioramento delle condizioni complessive di fruizione. Gli studenti compileranno un questionario, già predisposto dall’HCP in italiano, inglese e francese, mediante interviste dirette ai turisti; e con l’ausilio di mappe e schede create ad hoc, faranno rilevamenti sui percorsi di visita svolti dai gruppi con guida turistica e sulle modalità di fruizione e sull’indice di gradimento della mostra SplendORI, allestita nell’Antiquarium del Parco. Inoltre, gli studenti parteciperanno attivamente all’elaborazione dei dati raccolti durante le attività ASL della primavera 2018, così da avere piena consapevolezza di tutte le fasi del processo di audience dei visitatori e dell’esito finale dell’attività svolta in un’ottica pluriennale di tirocinio.

Per il capitolo riguardante l’’Accoglienza al Parco, si propone agli Istituti convenzionati un’attività di accoglienza dei visitatori in edifici del sito che rientrano nel percorso di visita, come ad esempio le Terme centrali, la Casa del Tramezzo di Legno, la Casa Sannitica, la Casa dei Cervi e la Casa dello Scheletro). Luoghi del sito, che risultando più frequentati degli altri, forniscono un’ottima occasione agli studenti per imparare a relazionarsi con i turisti in più lingue, fornire indicazioni sul sito, e vigilare sul rispetto delle strutture e dei manufatti antichi.

Altro interessante sviluppo sarà quello di ‘Una visita speciale’, che si propone di creare un dialogo tra i ragazzi degli Istituti Superiori di Ercolano e gli studenti, più piccoli e più grandi,  degli Istituti Comprensivi ubicati nelle vicinanze del Parco, ovvero ospiti da regioni d’Italia. Infatti, saranno proprio gli studenti a preparare un itinerario, con relativa tempistica, e a guidare nel Parco scolaresche di quarta o quinta elementare o di scuole superiori ospiti, raccontando la storia di Ercolano e dell’eruzione, dello scavo e della scoperta, e accompagnandoli nelle strade e nelle case della città antica, che si estende ancora oggi sotto la loro città e le loro abitazioni.

E’ previsto inoltre il coinvolgimento dei giovani nell’ambito della manutenzione ordinaria del sito; la realizzazione di laboratori dimostrativi presso la mostra “SplendOri. Il lusso negli ornamenti ad Ercolano” con lavorazioni su soggetti e materiali ispirati ai reperti esposti nelle vetrine.

Il Parco Archeologico di Ercolano si conferma meta prescelta delle festività Pasquali. Pubblicato il bando per l’affidamento del Parco Maiuri

  • paerco stampa
  • 24 aprile 2019

Dopo la Via Crucis per le strade di Ercolano e nel Parco Archeologico, il sito archeologico ha un exploit di presenze con un fine settimana da record: dal Venerdì Santo al Lunedì in Albis – 19 aprile a 22 aprile – si sono contate oltre 12.000 presenze.

Sono orgoglioso di annunciare questi numeri, – dichiara il Direttore Francesco Sirano – dietro ad ognuna di queste presenze c’è grande impegno da parte di tutto il personale che ringrazio per il generoso impegno che quotidianamente assicura nell’adempimento dei compiti affidati e per il senso di appartenenza dimostrato.  La direzione intrapresa è quella della tutela e valorizzazione del patrimonio culturale, nell’interesse dei cittadini residenti in questi territori e dei turisti che possano portare con sé l’esperienza di visita di un importante sito UNESCO dell’area vesuviana”.

Il Parco di Ercolano diventa meta sempre più ricercata e scelta dai visitatori con un’offerta che si sta ampliando nel tempo: forte attrattore è la Mostra SplendOri. Il lusso negli ornamenti ad Ercolano in corso presso l’Antiquarium del Parco, sugli ori e gli oggetti di lusso appartenuti agli antichi abitanti di Ercolano; dal 19 aprile inoltre, grazie a “Close-up Restauri a porte aperte”, ogni venerdì mattina, alle ore 11 e alle ore 12, i visitatori del Parco possono accedere ai cantieri di restauro in corso nell’area archeologica nell’ambito delle campagne di manutenzione sia programmata che straordinaria, e parlare con i conservatori per scoprire il loro lavoro, per venerdì 26 aprile previsto l’accesso al cantiere del Sacello degli Augustali.

Di forte impatto inoltre è stata la Via Crucis svoltasi all’interno del Parco nella serata del Venerdì Santo che ha visto un’affollata partecipazione soprattutto di residenti, avanzando così verso l’ambita meta di diventare punto di riferimento per la popolazione locale e dimostrando che un Parco archeologico può essere un luogo del contemporaneo.

E’ intanto di questi ultimi giorni la pubblicazione da parte del Parco di un Avviso pubblico rivolto ad Enti del Terzo Settore per la presentazione di manifestazioni di interesse per la concessione del Parco Amedeo Maiuri per la realizzazione di attività di coinvolgimento del pubblico, di valorizzazione culturale ed eventi di alto profilo scientifico, al fine di rendere il Parco sempre più accogliente e vivace nella sua proposta di divulgazione. L’obiettivo è quello di predisporre un calendario di attività, eventi culturali e scientifici che andranno ad integrarsi con l’offerta del Parco, per una proposta sempre più estesa e variegata (http://paerco.authorityonline.eu/index.php?option=com_content&view=category&id=93&Itemid=260).

Il Parco Archeologico di Ercolano resta regolarmente aperto nei giorni del 25 aprile e 1° maggio dalle 8.30 alle ore 19.30 (ultimo ingresso alle ore 18.00).

1 2 3 11